Sette anni, sette minuti, sette secondi.

21 giugno 2015

Sette anni, sette minuti, sette secondi.
Sette anni sono gli anni che ti separano da qui.
Sette minuti è il tempo occorso ad Alessandro Di Battista per preparare la quarta interrogazione su te.
Sette secondi è il tempo non speso per te da chi avrebbe dovuto.
Il tempo così dilatato in terra scandisce giorni, ricorrenze, normalità che come lupi ti hanno rubato. Il tempo in questi giorni scandisce i tuoi ultimi cinque giorni e per chi ti ama è come ripercorrere la passione di Cristo. Cos’è oggi il 21? ieri ricevevi il telegramma e l’altro ieri ti arrestavano, dopodomani ricuserai l’avvocato acconsentendo a quello che ti s’intimava nel telegramma e RISPONDERAI A TUTTE LE DOMANDE DEL MAGISTRATO non avvalendoti di un tuo diritto. Mercoledì ti uccideranno. E cosa provi in cinque giorni? eri spaventato?  eri angosciato? eri sorpreso? eri fiducioso nella giustizia? non sapevi che fare? quante domande ti sono passate nella mente? Perchè non posso parlare con nessuno? ma cosa ho fatto? Non sono un criminale io! e quell’ultima immagine di Mamma, così spaventata per te, così eroica, così combattiva ti ha arrecato dolore o speranza, o li sentivi entrambi? E un istante prima di andare quanto eri incredulo per quel laccio che ti stringeva il collo?
Niki! Niki! Perchè non ti sei accorto subito che era tutto come un film? Preparato con un’attenta regia dove il solo attore inconsapevole eri tu! Tutto Niki, tutto, la telefonata che ti chiedeva di andare dall’avvocato aziendale, il tuo arresto da ragazzo incensurato, Madonna Nì! lo dovevi capire!!! Quando mai si è visto che per un’ipotesi di reato di truffa informatica, si viene arrestati e si viene portati in un carcere di massima sicurezza in regime d’isolamento? Quando mai vengono consegnati telegrammi autospediti (?!) in regime d’isolamento? Quando mai vengono negati i contatti con la famiglia? Quando mai vengono lasciati i lacci e tolti i braccialetti di cuoio? Non lo sapevi che per prudenza ci si avvale sempre, nel primo interrogatorio, della facoltà di non rispondere? Non te l’ha detto l’avvocatessa indicata nel telegramma? O te l’ha detto e tu hai risposto lo stesso, perchè ti sembrava giusto, ti sembrava onesto, perchè ai magistrati si dice sempre la verità? Era tutto un film, i titoli di giornali, le strisce di jeans, il tuo arrivo in manette a Firenze, e il fango che a vangate hanno tentato di buttarsi addosso. Era un film, solo che un attimo dopo la stretta del laccio tu vedevi tutto da lassù, vedevi che, come topi, svuotavano il tuo appartamento, vedevi simulare un furto nella tua azienda, vedevi che ti archiviavano: suicidio dissero. Vedevi il tempo di qui, la tua famiglia, la tua Mamma col suo dolore, Nat quando ha fatto la comunione e oggi che sta facendo gli esami di terza media, la tua zietta diventare nonna, sai Nì, penso che in fondo tutto quello che ti hanno rubato,  quello che può essere la normalità di una famiglia con compleanni, comunioni nascite e bisticci, non l’hanno rubato a te, l’hanno rubato alla tua famiglia. Credo che tu ci sia sempre accanto a loro e a te queste cose terrene che a noi riempiono la vita non mancano, ma mancano a chi ti vuole bene e mancherà sempre, ogni cosa bella che non possono più condividere con te è oscurata dalla nostalgia per te.
Eri bello come il sole e oltre il sole mani assassine ti hanno mandato. Ma sai Nì, io immagino che tu oltre il sole sorridi, tu che adesso hai la consapevolezza del Tutto ci sorridi con affetto e ci inciti a continuare, a resistere, ad utilizzare l’Amore che hai lasciato, a farne un cerchio che come per magia si stringe al centro e diventa l’infinito. Diventa il tocco di una farfalla e la carezza di un amico.

.10429409_723734654391390_3401813840791391035_n


Condividi questo articolo


Commenti

  1. laura ha detto:

    ….. Ciao Niki…. Ciao MammaperSempre…. L’amore vi lega e tu… ci sei,ma manchi a noi piccoli umani..che sappiamo amare e soffrire….

  2. grazia ha detto:

    Ciao Niki!!! Anche noi ormai sappiamo che la morte non esiste! !!!!!!!!! Questa consapevolezza non cancella il dolore dell’assenza ma attenua il dolore della perdita perché perdita non è! !! “Più forte della morte è l’amore”. Sei altrove e sei qui.Tua madre lo sa, ah se lo sa!!! È solo questione di tempo, poi il ricongiungimento sarà grandioso! !!!! Ogni dolore sparirà per cedere il posto alla gioia più grande: l’amore ritrovato e mai perduto. Tua madre aspetta stoicamente quel momento ma intanto ha riempito così yanto di cose belle la sua vita da renderti un figlio orgogliosissimo di lei.Buon viaggio Niki, un giorno prenderete lo stesso treno.

  3. Ornella ha detto:

    Amore mio…….
    Amore….
    Rimembri ancora
    quel tempo della tua vita mortale,
    quando beltà splendea
    negli occhi tuoi ridenti e fuggitivi,
    e tu, lieto e pensoso, il limitare
    di gioventù salivi?

    Sonavan le quiete
    stanze, e le vie dintorno…..
    e Tu … assai contento
    di quel vago avvenir che in mente avevi….

    Io talor lasciando le sudate carte,
    ove il tempo mio primo
    e di me si spendea la miglior parte!!!!!!!!!!

    Miravi il ciel sereno,
    le vie dorate e gli orti,
    e quinci il mar da lungi, e quindi il monte.
    Lingua mortal non dice
    quel ch’io sentiva in seno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Che pensieri soavi,
    che speranze, che cori, o NIKI mio!
    Quale allor ci apparia
    la vita umana e il fato!
    Quando sovviemmi di cotanta speme,
    un affetto mi preme
    acerbo e sconsolato,
    e tornami a doler di mia sventura!!!!!!!!!!!!!!!!
    O natura, o natura,
    perché non rendi poi
    quel che prometti allor? Perché di tanto
    inganni i figli tuoi???????????????

    Tu non vedevi
    il fior degli anni tuoi…..

    Anche peria tra poco
    la speranza mia dolce……….

    Questo è quel mondo? Questi
    i diletti, l’amor, l’opre, gli eventi
    onde cotanto ragionammo insieme?
    Questa la sorte dell’umane genti?????????

    Venne la morte nei tuoi occhi….Ma dentro ha trovato i miei♥ ♥

    Mammapersempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *