Niki, il Giovanni Tocci day e i bambini

3 agosto 2017

L’associazione di volontariato l’ Aquilone ha organizzato una grande festa  per il bronzo mondiale Giovanni Tocci, una folla immensa e festosa lo ha accolto nella sua Arcavata, c’erano rappresentanti politici, ecclesiastici e sportivi, c’era la banda, gli sbandieratori, la torta e fuochi pirotecnici, c’era un buffet da paura con piatti cucinati per la maggior parte dalle signore del posto, e poi c’era Giovanni il ragazzo di sempre che ha fatto migliaia di foto, il ragazzo  che ti vede coi pacchi da portare e ti dice: “li porto io”, quello che se ti parla in dialetto ti da del “voi” perchè tu sei una signora di una certa età. Nell’occasione della sua festa ha espresso il desiderio  raccontare la sua avventura ai piccoli ospiti dell’ospedale dell’Annunziata, era tutto un punto interrogativo…le autorizzazioni per poter visitare i reparti, i suoi tempi ridotti, tante cose dovevano coincidere … poi, ieri, come per magia tutto si è incastrato e stamattina siamo andati!

Le emozioni provate davanti a piccoli pazienti sorridenti non si possono raccontare, è una di quelle situazioni in cui il cuore ti si aggroviglia e provi emozioni contrastanti. Insieme a Giovanni Tocci abbiamo donato ai bambini dei giochi, li abbiamo visti sorridere, abbiamo spezzato momenti di cure a volte dolorosi, abbiamo fatto foto. (soprattutto Giovanni!)

Ci ha accolti Monia, la caporeparto del complesso di pediatria e pediatria oncologica dell’Annunziata di Cosenza, che ha riconosciuto prima i fiori di Niki e poi noi. E’ un reparto questo, guidato dal dott. Sperlì, che non è un’eccellenza della malandata sanità calabrese, MA E’ DI PIU’ !!! Professionalità, umanità, solidarietà e una grande empatia coi piccoli pazienti e coi loro genitori di TUTTO lo staff, a partire dal primario per finire all’ultima persona che timbra il cartellino. 

Giovanni Tocci quando siamo usciti ha detto: “abbiamo fatto una cosa bella!”
– Sì, abbiamo fatto una cosa bella.
Con Niki nel cuore.

Tanta gente per il Tocci day

 

 


Condividi questo articolo


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *