Niki e i suoi germogli, la Pasqua. E Pantani.

26 marzo 2016

“Mi hanno sepolto,
ma quello che non sapevano, è che io sono un seme”

Anche per questa Pasqua Niki con l’associazione è stato presente dove il bisogno di un sorriso o di un attimo di serenità è maggiore che altrove, ci siamo recati in strutture che accolgono bambini, carceri, centri sociali, ospedali, case famiglia e inoltre abbiamo risposto a diverse segnalazioni che sono diventate per noi una costante.
I sorridenti fiori di Niki sono presenti ovunque in Calabria e in Abruzzo, i bambini li riconoscono e gli adulti ci fanno domande sulla vicenda di Niki. Niki ha creato una tela alla quale ogni volta si aggiungono fili, è tessuta con l’Amore con cui ha vissuto i suoi 26 anni, e che sta tessendo da quando hanno interrotto la sua vita qui in terra.

A noi, terreni, spetta il compito di affiancarLo e di batterci affinchè la Verità sulla Sua vicenda sia riconosciuta, a non guardare dall’altra parte di fronte a quest’immane ingiustizia, Lui era come noi, come i nostri figli, come i nostri amici, era quello dalla battuta pronta e dalle braccia lunghe che accoglievano chiunque, e, quando ha incontrato i lupi non li ha riconosciuti. Non solo perchè erano travestiti da agnelli ma anche perchè il suo “pensare” non glielo ha consentito. Ha vissuto nell’Amore e nell’onestà e non avrebbe mai potuto capire che chi gli sorrideva e si diceva amico lo stava accoltellando.

Scrive la Mamma:

“avevo due strade o  arrendermi e morire o continuare magari alla cieca, senza speranza ma combattere, perchè non passasse come verità tutto ciò che gente senza scrupoli e avida di soldi fino alla propria morte, volesse far prevalere.La Verità è una sola, noi la conosciamo, ti hanno ucciso senza pietà…”

E’ l’ottava Pasqua che Niki passa in Cielo, che non scambia gli auguri con gli amici, che non regala l’uovo a Suo fratello, che non pranza con la famiglia, cose di un’ordinaria normalità che sono Vita. Ed è tremendamente insopportabile per chi rimane. Uccidendolo hanno sconvolto minuto per minuto la vita dei suoi affetti. E noi che siamo “gli altri” non possiamo far finta di niente.

Lascio il link di un articolo uscito qualche giorno fa, leggetelo, vi aiuterà a capire quali lupi ha incontrato Niki sul suo cammino.
http://www.ilsicomoro.com/site/2016/03/i-pantani-uccisi-due-volte/

Ringraziamo Sebastian Ciancio per essersi fatto carico delle segnalazioni a Catanzaro,  la dolcissima Tiziana Sestini e “Gli amici della Solidarietà” che con le loro donazioni  ci hanno consentito di arrivare in più posti a portare quell’Amore germogliato dai semi di Niki.
Buona Pasqua a tutti voi.
Con Niki nel cuore

12799410_10206234012825868_5222636815857537084_n

 Donazione Pasquale alla Casa Circondariale di Avezzano♥ “Mostrami la prigione, mostrami il carcere. Mostrami il detenuto la cui vita è andata male. Ed io ti mostrerò, ragazzo mio, mille ragioni per cui è solo un caso se al posto suo non ci siamo noi.”

Donazione Pasquale alla Casa Circondariale di Avezzano♥
“Mostrami la prigione, mostrami il carcere. Mostrami il detenuto la cui vita è andata male. Ed io ti mostrerò, ragazzo mio, mille ragioni per cui è solo un caso se al posto suo non ci siamo noi.”

 

donazioni di uova pasquali ed i giochi, ai bambini meno fortunati della Parrocchia Santo Spririto di Avezzano.

donazioni di uova pasquali ed i giochi, ai bambini meno fortunati della Parrocchia Santo Spririto di Avezzano.

 

 

donazione di uova pasquali, ai bambini meno fortunati della Parrocchia San Pio X di Avezzano.

donazione di uova pasquali, ai bambini meno fortunati della Parrocchia San Pio X di Avezzano.

 

Giocattoli e uova paquali per i bambini della Casa-Famiglia "Immacolata Concezione" di San Gregorio a San Gregorio all'Aquila. Ottima struttura dove abbiamo incontrato bambini felici e sorridenti.

Giocattoli e uova paquali per i bambini della Casa-Famiglia “Immacolata Concezione” di San Gregorio a San Gregorio all’Aquila.
Ottima struttura dove abbiamo incontrato bambini felici e sorridenti.

 

La lettera di ringraziamento dell'Istituto Maria Ferrari

La lettera di ringraziamento dell’Istituto Maria Ferrari

 

Pediatria Ospedaliera e di Chirurgia Pediatrica dell’A.O. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro

Pediatria Ospedaliera e di Chirurgia Pediatrica dell’A.O. “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro

 

...e poi succede che, vai a portare un piccolo dono e porti via emozioni che ti si cuciono addosso e diventano parte della tua pelle

…e poi succede che, vai a portare un piccolo dono e porti via emozioni che ti si cuciono addosso e diventano parte della tua pelle

 

I bambini del centro sociale dell'Arghillà di Reggio Calabria

I bambini del centro sociale dell’Arghillà di Reggio Calabria

 

Dono per una delle segnalazioni

Dono per una delle segnalazioni

 

I bambini dell'istituto minore di Rende

I bambini dell’istituto minore di Rende

 

Vorremmo farvi sentire la loro felicità. Noi li ascoltavamo e non riusciamo a descrivere l'emozione provata

Vorremmo farvi sentire la loro felicità.
Noi li ascoltavamo e non riusciamo a descrivere l’emozione provata

 

Istituto Santa Maria delle Vergini di Cosenza che ospita giovanissime mamme coi loro figli

Istituto Santa Maria delle Vergini di Cosenza che ospita giovanissime mamme coi loro figli

 


Condividi questo articolo


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *